A




AAL: Atm Adaptation Layer, vedi ATM.
Account: trad. conto, permesso di accesso, accredito. Un account e' definito da una
  • login (= nome dell'utente o pseudonimo) e
  • password (= codice d'accesso segreto).
    Con questo termine ci si puo' riferire all'accesso ad Internet oppure ad una LAN. Per fare un esempio potrei dire: "Da oggi Enrico ha l'account per connettersi ad Internet". Questo termine puo' essere utilizzato anche in altri contesti, non solo per gli accessi ad una rete ma anche, ad esempio, per accedere alle risorse di un computer.
    ACK: vedi Acknowledgement.
    Acknowledgement: ricevuta, riscontro positivo.
    ACPI: Advanced Configuration and Power Interface, interfaccia di alimentazione e configurazione avanzata. Gli utenti con Windows98 e WindowsNT (dalla ver.5) dotati della gestione avanzata del risparmio energia (APM - Advanced Power Management) possono regolare i consumi del proprio sistema. Standby del monitor (display) e spegnimento automatico dell'hard disk nel caso rimanga inattivo, sono alcuni vantaggi. I vantaggi offerti da ACPI sono utili anche per chi utilizza il portatile, dato l'energia delle batterie viene economizzata. Le specifiche ACPI sono state proposte da Intel, Microsoft e Toshiba, ma anche da altri produttori quali Acer America, Compaq Computer, Dell Computer, Digital Equipment, NEC, Hewlett-Packard e Packard Bell. In previsione le specifiche ACPI permetteranno anche in immediato avvio e spegnimento del sistema operativo.
    Ecco un'altra miglioria che potrebbe apportare questa interfaccia nei PC. Per spegnere il PC si compiono due passi:
    (1) dal menu di Avvio (o Start) di Windows si da il comado "Arresta il sistema" e successivamente appare la schermata "E' ora possibile spegnere il computer"
    (2) si preme il bottone di accensione/spegnimento del PC.
    Nel Macintosh, invece, basta portare il puntatore (vd. GUI) sulla barra di menu' "Special" e dare il comando "Shut Down" (o "Smetti") per chiudere il sistema operativo e la macchina.
    Ecco un sito per approfondire le spiegazioni su ACPI (http://www.teleport.com/~acpi).
    Active Movie: Programma di visualizzazione per filmati. Derivato da Video for Windows di Microsoft. Ottimizzato per i giochi, i cd-rom interattivi ed internet (cfr. AVI, mpeg).
    ActiveX: E' il nome nuovo di una tecnologia di Microsoft già esistente: (OLE: object linking and embedding), e si riferisce alle tecnologie basate su COM (Component Object Model). Gli ActiveX permettono di mettere gli oggetti in componenti, e renderli quindi disponibili in altre applicazioni (client).
    Ada: Linguaggio di programmazione ad alto livello con strutture di controllo per la programmazione parallela e delle eccezioni. Creato dal dipartimento della difesa (DOD) degli USA nei primi anni '80 trae origine dal Modula-2 e dal Pascal. Questo linguaggio di programmazione prende il nome da Augusta Ada Byron contessa di Lovelace, figlia del poeta romantico George Byron. All'età di 18 anni conobbe Charles Babbage, matematico inglese inventore e fautore della calcolatrice meccanica denominata "Analytical Engine". Ada Byron scrisse come programmare la macchina per calcolare i numeri di Bernoulli, ma quel che più conta è la sua intuizione, avuta con notevole anticipo sui tempi, riguardo l'utilizzo della macchina di Babbage nel campo della musica, della grafica e di altre discipline. Per questo Ada Byron viene considerata la prima programmatrice nella storia dell'informatica.
    ADB: Apple Desktop Bus: Interfaccia standard di Apple per il collegamento dei dispositivi quali mouse, tastiera. La massima velocità consentita è di 4,5 Kbit per sec.
    Address bus: vedi bus.
    Adiacente - si dice di due macchine connesse direttamente da un canale di comunicazione (es: cavo coassiale, doppino, fibre ottiche) in cui le diverse unita' che cosituiscono l'informazione da trasmettere (bit, pacchetti, ecc.), vengono ricevute nello stesso ordine di spedizione. In altri termini la prima unita' che parte e' la prima ad arrivare al destinatario.
    ADSL: Asymmetrical Digital Subscriber Line, vedi xDSL
    Affidabile: si dice di una trasmissione regolata dalla gestione degli errori, dei duplicati e dei dati persi (pacchetti) tramite Acknowledgment e , time out); inoltre i messaggi non si superano grazie al sequence number. I livelli che offrono un servizio affidabile sono il livello Data Link (collegamento dati) e il Livello Trasporto, ma solamente con il protocollo TCP e non con l'UDP. Più in generale diremo affidabile quel servizio che ci fa sapere se qualcosa è andato storto oppure se il servizio riesce con tutta autonomia a correggere gli inconvenienti di rete. Il protocollo IP, per esempio, non fornisce informazioni riguardo lo stato di salute della rete; infatti, se non fosse per il TCP non avremmo modo di capire se la connessione p.e. è caduta, se i pacchetti sono giunti corretti e in ordine ecc.
    Agent: Un Agent e' un programma che opera in background con il compito di reperire informazioni (documenti) in base a determinate richieste dell'utente. L'agent ad esempio può trovare in Internet determinati file, quindi soddisfa le diverse richieste del singolo user. Gli agenti sono diventati piu' importanti con la recente crescita di Internet. Molte compagnie vendono del software che permette di configurare un agente per cercare in Internet determinate informazioni. Vd anche Information Retrieval
    AGP: Accelerated Graphics Port, nuova interfaccia ideata da Intel Corporation nel 1996 e introdotta nel mercato verso la fine del 1997. E' un interfaccia dedicata alla grafica 3D e presente sulle piu' recenti schede madre. Come vedremo in seguito AGP non viene considerato un bus ma una porta perche' il collegamento viene fatto unicamente tra chipset e processore video senza possibilita' di espansione. L'interfaccia AGP evita la saturazione del bus PCI dovuta all'aumento dell'informazione video presente nel software ludico (accelerazioni 3D e video fullmotion). Infatti con AGP si ha l'isolamento del sottosistema video, evitando cosi' alla scheda di entrare in competizione per il possesso del bus PCI utilizzato da altre periferiche, p.e. i controller degli HD, schede di rete ecc.
    Uno dei motivi della creazione di tale interfaccia e' stato quello di utilizzare anche la RAM per l'elaborazione delle immagini 3D dato che la RAM ha un prezzo minore di quello della VRAM ed inoltre la memoria principale ha meno limiti in termini di espandibilita'. I bassi costi ci permettono di montare decine se non centinaia di MB di RAM contro i 4, 6 o 8 MB di VRAM. Oltre a tali vantaggi, se il texture viene memorizzato in RAM (alcune applicazioni arrivano ad occupare 16 MB di texture), il controller grafico dedichera' il frame buffer per effettuare il refresh del video a risoluzioni maggiori, quindi piu' dati potranno essere memorizzati nel Z-buffer. Tutto il texture aggiuntivo verra' memorizzato nella memoria principale e sara' accessibile direttamente da AGP.

    Il chipset
    L'AGP connette il processore video alla memoria principale (RAM) passando per il chipset 440LX, che Intel chiama AGPset, e costituito da 2 chip situati sulla scheda madre. Questo chipset supporta inoltre il protocollo Ultra ATA e ACPI. E' tramite una funzione dell'AGPset chiamata DIME (DIrect Memory Execute) che le texture richieste dal chip grafico vengono trasferite direttamente dalla memoria principale (RAM) alla scheda video senza doverle duplicare nella VRAM (memoria locale della scheda video). Altra importante caratteristica e che gli accessi alla RAM possono essere fatti in concorrenza con quelli fatti dalla CPU.

    Altre caratteristiche

  • Lo slot AGP, simile a quello PCI, e' unico nelle schede madri e le specifiche AGP si basano su quelle del PCI 2.1.
  • La larghezza del canale AGP rimane di 32 bit (vengono trasferiti 4 byte per ogni ciclo di clock) come quella del bus PCI, ma il numero di cicli raddoppia portandosi da 33 MHz (PCI) a 66 MHz; inoltre con la "modalita' 2X" i due fronti di clock di salita e di discesa (si veda clock con relativa immagine), vengono sfruttati ad ogni segnale raddoppiando ancora la larghezza di banda con un transfer rate di picco (teorico) di 528MB/sec ottenuto se si opera con indirizzamento a 32 bit a 66 MHz: 66 (MHz) x 32 (bit) x 2 (2X mode) = 528 MB. Questa velocita' solo teoricamente e' 4 volte superiore al transfer rate del PCI (se il bus di quest'ultimo opera 33MHz a 32 bit). Si pensa gia' alla "modalita' 4X", ma l'entusiasmo di poter dialogare con la scheda video ad una larghezza di banda dell'ordine del GB si smorza se si confronta con la larghezza di banda delle piu' promettenti schede madre con bus di sistema a 64 bit a 100 MHz (bandwidth 800 MB/s).
  • L'interfaccia AGP permette alla scheda video di effettuare le sue richieste in pipeline ossia consente di eseguire una richiesta dietro l'altra senza dover aspettare la risposta della prima, operazione impossibile per il bus PCI. Questo termine viene adottato generalmente per le CPU (vd. pipeline). La profondita' del pipeline dipende dall'implementazione del'AGP e comunque rimane trasparente al programmatore.
  • SBA (Side Band Addressing) e' un ulteriore canale a 8 bit (secondario rispetto a quello primario a 32 bit) per effettuare richieste in un solo verso, in direzione della memoria, mentre le risposte (i dati) scivolano verso la scheda video tramite il canale primario.
    AIFF: vedi Estensioni
    Alpha Channel: A ciascun pixel di un'immagine in formato bitmap è possibile associare un valore di trasparenza che determina in quale misura il colore di uno o piu' pixel debba combinarsi con quello dei pixel di un'altra immagine, quando queste vengono sovrapposte. L'insieme di questi valori costituisce l'Alpha Channel.
    Algebra di Boole: Prende il nome da George Boole, matematico irlandese (1815-1864). Tratta di un modello di algebra nel quale esistono solo i numeri 1 e 0 (senza nessun valore intermedio) e le operazioni NOT, AND, OR, in ordine di priorita', da priorita' alta a priorita' bassa. Talvolta, al posto di 1 e 0 vengono utilizzati T (True, vero in inglese) e F (False, falso in inglese) per significare che 1 e 0 non rappresentano numeri nel senso comune del termine (mi scusino i matematici per questa affermazione semplicistica), ma solamente uno stato, una cosa che esiste oppure non esiste: T e F possono sostituire completamente, senza nessun limite, 1 e 0 (e lo potrebbero fare, per esempio, una patata e una carota...). L'Algebra di Boole richiede e definisce le seguenti proprieta' (solo se sono soddisfatte tutte si puo' parlare di Algebra di Boole):

    poniamo
    * per rappresentare la funzione AND
    + per rappresentare la funzione OR
    ! per rappresentare la funzione NOT

    PROPRIETA' COMMUTATIVA:
    a * b == b * a
    a + b == b + a

    PROPRIETA' ASSOCIATIVA:
    a * ( b * c ) == ( a * b ) * c
    a + ( b + c ) == ( a + b ) + c

    IDEMPOTENZA:
    a * a == a
    a + a == a
    PROPRIETA' DELL'ASSORBIMENTO:
    a * ( a + b ) == a
    a + ( a * b ) == a

    PROPRIETA' DISTRIBUTIVA:
    a * ( b + c ) == ( a * b ) + ( a * c )
    a + ( b * c ) == ( a + b ) * ( a + c )

    ALTRE PROPRIETA':
    a * 0 == 0
    a * !a == 0
    a + 1 == 1
    a + !a == 1
    PRINCIPIO DI DUALITA':
    Se una uguaglianza e' corretta, e' corretta ed uguale anche l'uguaglianza ottenuta sostituendo da tutte e due le parti 1 con 0 e 0 con 1, AND con OR, OR con AND. La seconda si chiama duale della prima. Da qui deriva il concetto di NOT applicato ad una formula (e non semplicemente ad una variabile o costante).

    Redatto da Marco Steccanella


    Algoritmo: Insieme di regole o direttive atte a fornire una risposta specifica ad uno o piu' dati in input.
    Caratteristiche fondamentali di un algoritmo:
  • assenza di ambiguità.
  • un algoritmo ha sempre termine dopo un numero finito di passi.
  • Un po' di storia:
    Questo termine deriva dal nome del matematico persiano Abu Ja'far Mohammed ibn Mâsâ al-Khowârizmî (825 d.C.). Esercito' la professione nella citta' di Baghdad, dove insegnava, e introdusse nel mondo arabo i numeri indiani. Compose il trattato Al-giabr wa'l mu kabala (Del modo di assestare cose opposte) da cui deriva la parola algebra. La sua opera "Il calcolo degli indiani" venne successivamente tradotta in latino da un monaco europeo, con il titolo Liber algarismi - (Il libro di al-Khwarizmi). Altri libri di questo insigne matematico persiano ebbero modo di diffondersi nell'Europa del medioevo a tal punto che la numerazione araba, a sua volta derivante da quella indiana, sostitui' quella romana. Anche Leonardo Fibonacci (1175-1240) promosse la numerazione araba.
    Si ringrazia Roberto Memo per aver trovato in Internet l'immagine, qui a destra, del matematico persiano.


    Algoritmi di ordinamento: Clicca qui
    Algoritmi di sostituzione pagine: Si consiglia la lettura del termine Memoria virtuale prima di proseguire.

  • FIFO: First In First Out, come per lo scheduling del job la pagina vittima è quella che risiede in memoria da più tempo.
  • OTTIMALE: sostituisce la pagina che non verrà utilizzata per il periodo di tempo più lungo.
  • LRU: Least Recently Used, sostituzione della pagina che non è stata usata per il periodo di tempo più lungo.
    Aliasing : effetto frastagliamento di carattere o di immagine dovuto ad una inefficiente campionamento. Antialiasing: processo di eliminazione delle scalettature tramite interpolazione.
    Allocazione di file su disco:
  • CONTIGUA: il file occupa un insieme di blocchi logicamente contigui. L'allocazione è identificata nella directory dal blocco di inizio e dalla lunghezza. Richiede un periodico ricompattamento e comporta frammentazione esterna.
  • CONCATENATA: il file occupa posizioni sparse, formando una lista concatenata di blocchi. L'allocazione è descritta nell'elemento di directory da un puntatore al primo blocco (in certe implementazioni esiste un altro puntatore, quello all'ultimo blocco). Risolve il problema di frammentazione esterna ma per cercare un blocco occorre partire dall'inizio, inoltre i puntatori occupano un eccessivo spazio su disco. Soluzione: raggruppare i blocchi in gruppi detti cluster allocando questi ultimi anziche' blocchi (si migliora il troughput del disco con meno posizionamenti della testina ma peggiore affidabilita' nel caso di una perdita di puntatori). Per questo metodo di allocazione si veda anche il termine FAT.
  • INDICIZZATA: raggruppa tutti i puntatori in una sola locazione, il blocco indice, elimina la frammentazione esterna (allocazione adottata in Unix).
    Alto livello, linguaggio: Vedi linguaggio ad alto livello.
    ALU: Arithmetic-Logic Unit, il contabile del computer, costituente una delle sezioni del datapath di una CPU. Gestisce le operazioni aritmetiche quali l'addizione, la sottrazione, lo shift dei bit (scorrimento di posizione a destra o a sinistra per effettuare operazioni all'interno di una word), gli operatori logici AND, OR, NAND (¬ AND), NOR (¬ OR). Consultando il termine transistor si puo' vedere l'operazione di somma di due bit eseguita da una semplicissima ALU.
    AMD: Advanced Micro Devices, azienda costruttrice di processori.
    Amministratore di database: Figura professionale alla quale si richede generalmente la conoscenza delle basi di dati relazionali, l'SQL (con eventuali estensioni di questo linguaggio) e l'utilizzo di sistemi distribuiti (p.e. Oracle). In considerazione di quest'ultimo punto, si riportano alcune mansioni offerte dall'amministratore professionista:
  • Installazione e aggiornamento degli strumenti utili per la gestione del database.
  • Pianificazione dei sistemi di memorizzazione richiesti dal database in previsione della memorizzazione dei dati da offire alle applicazioni, tenendo conto anche della quantita' dei dati da gestire.
  • Controllo e monitoraggio degli accessi alla base di dati.
  • Modifica della struttura del database.
  • Mantenimento della sicurezza del sistema da accessi non autorizzati.
  • Mantenimento dell'affidabilita' del database: copia della base di dati su memoria di massa (backup) per il recovery.
    Amministratore di sistema: L'amministratore di sistema "amministra" e quindi gestisce la rete locale (LAN) e solitamente l'eventuale connessione di questa ad Internet. Alcune operazioni effettuate dall'amministratore sono:
  • verifica del corretto funzionamento della rete locale
  • ricambio delle schede di rete (att. ISDN, CSMA/CD)
  • installazione programmi (solitamente su macchine unix o Windows NT)
  • gestione delle pagine web di enti, provider o di utenti abbonati a quel provider (se ne hanno una)
  • gestione dell'email degli user, delle newsgroup, ecc.
  • limitazione dei diritti di accesso ai file (directory comprese) es.: un utente abbonato al provider puo' accedere alle risorse ad esso assegnate quindi ad una determinata directory o mailbox oppure ad un insieme di file ma non puo' accedere in rwx alla partizione di altri utenti.
  • definisce quali operazioni possono essere eseguite dagli utenti, la quota (massimo spazio disponibile per memorizzare nell'unita' di massa i file dell'utente).
  • effettuare ogni tipo di operazione su qualsiasi risorsa degli utenti grazie all'accesso root.
  • suggerire la risoluzione dei problemi piu' comuni, relativi alla connessione e al regolare funzionamento del sistema.

    Un contributo di Angelo Cresta:
    SysOp: System Operator. Con questa abbreviazione solitamente ci si riferisce alla persona che si occupa dei server, o al mantenimento del sistema.
    Analogico: continuo, (contr. digitale). Un segnale è analogico quando i valori utili che lo rappresentano sono continui (infiniti) in un intervallo e non numerabili (in R) (lat. continuum - congiunto, unito insieme). P.e. la rappresentazione analogica dell'informazione puo' avvenire tramite un segnale modulato in ampiezza, fase, frequenza (FSK) secondo una rappresentazione sinusoidale della portante. Vd. carrier. Si veda anche una rappresntazione grafica del segnale alla voce modem.

    Contributo di Marco Steccanella: ambiente nel quale tutte le grandezze ed i dati, pur se rappresentati in formato numerico (o comunque da segnali elettrici, magnetici, o altro che possa essere ricondotto a numero) sono riconducibili a cio' a cui si riferiscono per analogia: cioe' le variazioni registrate sono rigidamente (non necessariamente in modo lineare) proporzionali alla variazione della grandezza misurata e tra due valori successivi che vengono rappresentati o assunti ne vengono rappresentati o assunti anche gli infiniti valori intermedi. Si contrappone a digitale.


    AND: Funzione matematica logica, in grado di trattare solo variabili di tipo binario (che possono assumere solamente i valori 0 oppure 1, senza nessun valore intermedio). E' generalmente rappresentata con un segno *, più raramente con il segno X. E' una funzione che si trova sempre in mezzo a 2 variabili o numeri (come per esempio la moltiplicazione); es.: x AND y, 1 AND 0, x * y, 1 x 0 sono tutte rappresentazioni sintatticamente corrette. La descrizione letterale della funzione è la seguente: il risultato è 1 solo quando i due fattori sono entrambi 1.

    Matematicamente e praticamente si utilizza la tabella di verità:
    x  |  y  ||  risultato
    ----------------------
    0  |  0  ||     0
    0  |  1  ||     0
    1  |  0  ||     0
    1  |  1  ||     1
    
    Circuito elementare per la realizzazione della funzione AND utilizzando due diodi (AND a diodi):
    
                ^ +
                 |
                 \
                 / resistenza (1 KOhm)
                 \ 
         1N4148  |
    X  ____|/|___|
              |\||  
                 +---------
    Y  ____|/|___|
              |\|
         1N4148
    
    Funzione AND a contatti (semplificata):
    ^ +    X       Y
    |
    |    _____   _____
    |____o   o---o   o---
           NA      NA
    
    
    Questa funzione e' semplificata perché lo 0 è rappresentato da "nessun collegamento" (e non da "collegamento a massa", come dovrebbe essere: se l'uscita e' 0 e collego in serie un utilizzatore e questo lo collego al +, l'utilizzatore non funziona...)
    Funzione AND a contatti (completa):
    
    ^ +    X       Y
    |    _____   _____
    |____o   o---o   o-------------
           NA      NA        |
                                |    X' NC
                                |--o___o--|
                                |         |
                                |    Y' NC| 
                                |--o___o--|
                                          |
                                          |
                                          |
                                        -----
                                        / / /
    x e y possono rappresentare due contatti di due rele', ma potrebbero essere due pulsanti manuali, due finecorsa...
    Vedi anche OR, NOT.
    Redatto da Marco Steccanella


    Andreessen, Marc: insieme ad Eric Bina realizza nel 1993 il browser NCSA Mosaic, completando così l'opera di Berners Lee. Successivamente con Jim Clark, fondatore di Silicon Graphics, crea Netscape Navigator.

    ANSI: American National Standard Institute, membro dell'ISO, e' l'organismo che presiede la regolamentazione degli standard che riguardano computer, telecomunicazione ed altre tecnologie. Le normative approvate vengono chiamate usualmente "ANSI standard". Per esempio l'ANSI C é la versione del linguaggio di programmazione C approvata dall'ANSI. ANSI è ).
    Antialiasing: vedi Aliasing.
    AOL: America On Line. Nome di un importante provider degli USA.
    API: Application Program Interface, interfaccia per programmi applicativi, risorse predefinite.
    Apple: Società fondata nel 1976 a Cupertino (California) da Steve Jobs (vedi foto) e Steve Wozniak. Vedi anche Macintosh.
    Applet Java: programma in Java eseguito da un applet viewer o all'interno di un browser compatibile come Netscape o Microsoft Explorer. Alcuni parametri di un applet spesso sono contenuti nella pagina html, pagina che richiama l'applet nel momento del suo caricamento sul browser; come esempio di quanto appena detto si veda il sorgente della homepage del Dizionario Informatico (index.html). Esso contiene al suo interno i parametri della forma: <param name="..." value="...">. L'applet, per leggere i parametri passati dalla pagina html, viene posto solitamente sulla stessa directory del file html che lo "chiama". Comunque e' possibile inserire l'applet anche su altre directory rispetto a quella del file html chiamante. Come per le applicazioni java, l'applet utilizza la Java Virtual Machine (vd. JVM e Java)
    Redatto con la collaborazione di Francesca Perino
    Applicazione: vedi Software.
    APPN: Advanced Peer to Peer Networking. Vd. SNA.
    ARC: vedi Estensioni
    Archie: Programma per trovare file disponibili pubblicamente su Internet. Questo sistema permette di reperire automaticamente i centri con archivi (database) che accettano FTP anonimi. Il sistema comunica la posizione e i nomi di file depositati in circa mille archivi. L'applicazione Archie per Windows 95-98 e' reperibile nel sito http://www.euronet.nl/~petert/fpware
    Architettura: 1) tipologia di progettazione adottata dalla scheda madre per scambiare i dati tra CPU e le periferiche ivi inserite. L'architettura, in quest'ultimo caso, può essere:
    • parallela: (parallelismo spaziale) in un unico calcolatore diverse operazioni (processi) vengono eseguite simultaneamente da piu' processori; la prima macchina (supercomputer) ad avere questa architettura fu la CDC 6600 nel 1964.
    • pipeline: (parallelismo temporale) le operazioni vengono suddivise in stadi successivi da più componenti hardware.
    • seriale: la CPU esegue un operazione alla volta.

      Esempi di architettura sono: ISA (Industry Standard Architecture), EISA (Extended ISA), VLB (VESA Local Bus), PCI (Peripheral Component Interconnect) MCA (Micro Channel Architecture). Quest'ultima a 32 bit è incompatibile con l'architettura ISA. Per architettura RISC vedi RISC.

    2) Nelle reti di calcolatori il termine indica i livelli di astrazione p.e. dei modelli TCP/IP o ISO/OSI con i relativi protocolli.
    3) Puo' indicare anche l'interfaccia tra macchina e linguaggio a basso livello.
    Archivio: vedi file.
    ARJ: vedi Estensioni
    ARP: Address Resolution Protocol, protocollo del Livello Network per la risoluzione degli indirizzi del livello Data Link. Immaginiamo che in una rete Ethernet l'host1 voglia comunicare con l'host2 tramite Internet. Supponiamo che l'host1 conosca l'indirizzo IP dell'host2 ma non lo sappia associare ad un indirizzo Ethernet. Come procedera'? L'host1 con un broadcast nella rete Ethernet chiede ad ogni macchina a chi appartiene tale indirizzo IP. Nessuno risponde tranne uno ovvero l'host2 che invia il proprio indirizzo Ethernet. L'host1 a questo punto puo' definire un mapping tra indirizzo Ethernet e quello IP dell'host2. Questo sistema "domanda - risposta" e' denominato ARP. In altri termini e' un protocollo che permette l'invio di un frame Ethernet a tutte le macchine (broadcast - diffusione) ove nel payload del frame c'e' l'indirizzo IP da associare all'indirizzo Ethernet dell'host2. All'arrivo del frame ogni scheda Ethernet causa un interrupt. Il driver Ethernet di ciascun host estrae il pacchetto IP e se l'indirizzo contenuto nel pacchetto IP corrisponde al numero IP di quella macchina, risponderà con il suo indirizzo Ethernet (48 bit sempre associati alla schede di rete) effettuando un nuovo broadcast. Per evitare questo secondo broadcast sarà sufficiente che il sender invii il suo indirizzo IP compreso nel payload. Tutte le macchine memorizzeranno in cache tale indirizzo a loro vantaggio. Le cache si aggiornano periodicamente poichè, come abbiamo detto, ad ogni scheda e' associato un indirizzo Ethernet e se una scheda viene sostituita per guasti, deve essere rieseguito il mapping tra indirizzo IP ed Ethernet.
    AS400: A SMALL AS/400 OVERVIEW di di Angelo Cresta.
    ASCII: American Standard Code for Information Interchange (pron. aski), codice americano standard per l'interscambio delle informazioni. Approvato nel 1968 dall'ANSI, il codice ASCII standard e' supportato praticamente da tutti i produttori di computer per rappresentare lettere maiuscole, minuscole, numeri, punteggiatura e caratteri speciali. Ciascuno dei 128 caratteri ha il proprio codice detto codice ASCII ed ogni carattere occupa 7 bit all'interno di un byte. Rimanendo inutilizzato l'ottavo bit, alcuni produttori lo hanno impiegato per definire 128 nuovi caratteri (ASCII esteso con caratteri grafici, lettere nazionali, ecc.) creando versioni diverse e talvolta incompatibili.
    Per vedere l'immagine in grandezza reale con Netscape e analogamente con Internet Explorer:
    utenti PC - cliccare con il tasto destro del mouse sulla figura e scegliere View image
    utenti Mac - un clic prolungato sulla figura e scegliere il comando Open this Image
    .
    Cfr. Unicode, ISO-latin-1.
    ASICs: Application-Specific Integration Circuits, vedi chipset.
    Asincrono: 1) Avvenimento non sincronizzato con il segnale di clock o con altri segnali periodici di sincronizzazione della macchina o del sistema.
    2) Circuito (integrato oppure, per estensione, a elementi discreti) che prevede l'accesso e il funzionamento senza richiedere la sincronizzazione con un segnale periodico, per esempio il segnale di clock.
    3) Motore elettrico (o più in generale macchina elettrica), funzionante in corrente alternata ad induzione, nella quale la velocità di rotazione tende sempre a raggiungere una velocità teorica detta velocità di sincronismo, senza mai poterla raggiungere.
    Redatto da Marco Steccanella
    ASP: 1) acronimo di Active Server Pages. Una pagina asp e' un file di testo con l'estensione .asp contenente codice HTML, piu' un linguaggio di scripting (Vbscript tipicamente). Le pagine asp sono state "create" da Microsoft per poter gestire una comunicazione client - server e poter sviluppare pagine attive, cioe' il cui contenuto e' calcolato a runtime. Le pagine ASP facilitano l'interfacciamento di un sito con un database o con oggetti COM (Component Object Model).
    Redatto da Angelo Cresta

    Altre informazioni: ASP - motore di preprocessing di script server-side attivato da alcune pagine HTML. L'ASP opera con Windows NT e IIS oppure con Win95 e PWS (Personal Web Server). Sia IIS che PWS sono prodotti freeware.

    di Paolo Reffo:
    2) Application Service Provider: centri di calcolo che "affittano" macchine e programmi ad aziende.
    3) Auxiliary Storage Pool partizioni dei dischi AS/400.


    ASPI: Advanced SCSI Programming Interface. Sono le specifiche dell'interfaccia per inviare comandi agli adattatori (vd. scheda) SCSI.
    Redatto da Angelo Cresta

    N.d.a: Interfaccia indipendente dal sistema operativo, per l'accesso alle periferiche SCSI e IDE, anche se l'acronimo fa riferimento solo a quelle SCSI. Per Windows il file wnaspi32.DLL e' presente in C:\Windows\System\wnaspi32.dll


    Assembly language: L'assembly è il linguaggio costituito dai soli numeri 0 e 1 e "comprensibile" direttamente dalla CPU. E' il codice che ha le stesse strutture e lo stesso insieme di comandi pop, push, move, add etc. del linguaggio macchina. in fig. - machine language. Per una migliore comprensione dei concetti appena espressi si consiglia di vedere l'immagine presente al termine compilatore.
    Ogni processore (CPU) ha il proprio assembly language e quindi il proprio linguaggio macchina. Solitamente i programmi scritti direttamente in assembly dal programmatore venivano eseguiti piu' rapidamente di quelli scritti in un linguaggio ad alto livello. I programmi scritti direttamente in assembly potevano essere piu' compatti rispetto all'assembly prodotto da un compilatore, ma questo era vero solo fino allo scadere degli anni '80. Marco Lizza, contributore del Dizionario Informatico, ci spiega il perche'. Clicca qui.. L'assembly language spesso viene chiamato soltanto "assembler"; in realtà l'assembler è un'altra cosa, ovvero, e' il programma che trasforma le istruzioni da assembly language (oppure "assembly") in codice macchina. Per ulteriori approfondimenti si legga la spiegazione del termine compilatore. Altri link: CPI, Assembly Language Tutorial.

    AT: primo comando per istruire il modem secondo lo standard Hayes. AT è l'abbreviazione di ATtention.
    Se digitate AT e premete Invio (o Enter) su un emulatore di terminale (ad esempio il programma HyperTerminal per PC o Zterm per Macintosh o comunque un'entita' software che permetta di inviare una serie di comandi al modem) e sul terminale compare la scritta OK, allora significa che il vostro computer e il modem comunicano tra loro. Un altro esempio molto semplice di comando hayes è: ATX3. X3 e' il comando dato al modem perche' ignori il segnale di linea libera (dial tone) della rete telefonica americana. Poiche' in Italia il segnale di linea libera e' il classico "..TU-TU....TU-TU..", dato che i modem non lo sanno riconoscere perche' non e' quello americano, con questo comando lo ignorano e possono procedere p.e. nella composizione del numero telefonico del provider. Attualmente le connessioni ad Internet via modem sono facilitate da script di configurazione prestabiliti, che istruiscono il modem su molti parametri oltre a quello appena citato. Comunque ogni modem dovrebbe essere venduto con un manuale di riferimento contenente tutti i comandi hayes per quel modem.
    ATA: Acrostico per "AT Attachment", traducibile come "attacco di tipo AT". Indica una una particolare classe di disk drive che possiedono il controller integrato al loro interno. Attualmente, esistono diverse versioni di ATA, sviluppate dal comitato SFF ("Small Form Factor"):
    • ATA: conosciuto anche come IDE, supporta uno o due dischi rigidi (HD), una interfaccia a 16 bit e le modalita' PIO 0, 1 e 2;
    • ATA-2: estensione di ATA che supporta anche le modalita' PIO piu' veloci (3 e 4) e le modalita' DMA estese (1 e 2);
    • ATA-3: revisione di ATA-2, che rappresenta una sorta di versione "riveduta e corretta";
    • Ultra-ATA: nota anche con i nome di "Ultra-DMA", "ATA-33" e "DMA-33", supporta la modalita' DMA estesa 3 e possiede una capacita' di trasferimento dei dati pari a 33 MBps;
    • ATA/66: nuova versione di ATA proposta recentemente dalla Quantum Corporation (e supportata dalla Intel), che permette di raddoppiare la capacita' di trasferimento dei dati a 66 MBps.
    Redatto da Marco Lizza.
    ATAPI: Acrostico per "AT Attachment Packet Interface", che puo' essere tradotto in qualcosa come "interfaccia per pacchetti di attacchi di tipo AT". E' un'estensione di EIDE che rende possibile il supporto di lettori CD-ROM e nastri.
    Redatto da Marco Lizza.
    Athlon: CPU prodotta da AMD, gia' conosciuta con il nome in codice di K7. Forse il primo vero processore di fascia alta temibile per Intel. Infatti dai pochi modelli in circolazione, dopo una serie di benchmark, è risultata essere molto piu' veloce di un Pentium III di pari frequenza (600 MHz).
    Redatto da Angelo Cresta
    Atomicita': indivisibilita'. Atomo dal greco: á- (privativo), tòmos (della radice di témnein "tagliare, dividere"). Vedi transazione.
    ATM:
    1) Asyncronous Transfer Mode (B-ISDN): Tecnologia adatta per la trasmissione di dati, voce e video (cfr. multimedia, trasmissioni televisive). Nel livello AAL si trasferiscono pacchetti, denominati "celle", di lunghezza prefissata:
  • 53 byte, dei quali 5 sono di intestazione (header) e 48 di dati (payload)
    L'arrivo delle celle non viene garantito ma l'ordine si. La velocità di trasmissione dati si aggira tra i 155 Mbps e 622 (poss.1 Gbps). Poichè molte applicazioni non vogliono lavorare direttamente con celle, è stato definito un'altro livello per spedire pacchetti più larghi di una cella, il livello ATM Adaptation Layer.

    2) Adobe Type Manager:
    pannello di controllo presente nei Macintosh e nei PC che permette di trasformare font PostScript (marchio reg. Adobe) in font bitmap. Una cache (memoria speciale) gestita da questo pannello permette la memorizzazione delle immagini bitmap dei font per un loro utilizzo nei programmi di videoscrittura.


    Attachment: allegato. file (documento o applicazione) spedito assieme al messaggio di posta elettronica.
    AU: vedi Estensioni
    AUP: Acronimo di Acceptable Use Policy. Si riferisce alle policies che restringono il modo in cui viene usata la rete. Redatto da Angelo Cresta
    Autoresponder: risponditore automatico. Programmi che consente di inviare in modo automatico una risposta e-mail predefinita e personalizzata ad ogni messaggio inviato verso un particolare indirizzo. L'autoresponder puo' avere funzioni di segreteria e si rivela molto utile nel mondo del marketing, per cui si possono inviare informazioni sul prodotto, spot pubblicitari, listini e così via. Vi sono diversi siti che offrono anche gratuitamente questo servizio, attraverso la compilazione di un semplice form.
    Redatto da Patrizia Finotello
    Avatar: Nelle chat room l'avatar e' l'immagine che rappresenta l'utente, scelta fra quelle messe a disposizione dalla chat room oppure creata dall'utente stesso. Il termine 'avatara' proviene dalla religione induista e significa "discesa" nell'accezione di incarnazione di un essere soprannaturale.
    AVI: Acronimo di Audio Video Interleave. Formato audio/video di Windows (video for windows, Active movie). Redatto da Angelo Cresta


    NUMERI TASTIERA B
    Il motore di ricerca del Dizionario Informaticov1.03

    Solo connessi ad Internet potete utilizzare DizSearch

    Termini mancanti/suggerimenti ?

    © Copyright 1997-2001 by Francesco Longo, flongo@dsi.unive.it

    Homepage Dizionario Informatico